Translate






Sabato 12 febbraio 2011



Sabato sera.
Ho fatto un giro tra blog.
Negli ultimi giorni è tutto un pullulare di poesie d'amore e di cuori....
Di carta, cartoncino, di panno, ricamati, con perline e fiocchi, di biscotto... Torte a cuore, carta da lettere con cuoricini...
Ci sono ancora persone tenere e sentimentali? Meno male.
Oggi pomeriggio, vista la temperatura mite e il cielo azzurro, ho fatto un giretto in una città vicina.
Ogni vetrina aveva cuori in bella vista.
Una panetteria aveva il solito assortimento di biscotti, crostate, tortine varie, ma tutte con la stessa forma.
Sono passata in un piccolo caseificio artigianale a prendere mozzarelle e stracchino e ho visto dei tomini a cuore!!!
Ma basta!
C'erano le zucche di Halloween che hanno lasciato il posto ai Babbo Natale.
Al 26 dicembre sono stati soppiantati dalla Befana. La quale poveretta si è vista contaminata dall'arrivo della valanga saldi...
Ora c'é San Valentino, ma appena riposti i cuori invenduti, sbucheranno le mimose: Festa della Donna. Ma il giorno dopo la suddetta , via le mimose e vai con confezioni di cioccolatini a forma di cravatta: la Festa del Papà.
E poi le uova di Pasqua.....
Basta !!!!!
A me le feste piacciono, mi piace che ci sia un giorno diverso a rompere la routine del quotidiano, ma così è solo il ripetersi di operazioni commerciali: creare dei bisogni fittizi per vendere vendere.
Penso che si possa festeggiare una persona o un sentimento in altri modi....Dedicando ad esempio del tempo a quella persona... Raggiungere un paesino carino e poi camminare, visitarlo col naso in su e mano nella mano ridere e parlare... Cucinare una pietanza sfiziosa, andare a teatro...
Non sono inacidita dalla vita: non ho mai amato queste feste imposte dal sistema, soprattutto che ci dicano COME fare festa.
Tutti omologati: che orrore!!!
Oggi ho visto un ragazzo uscire da una oreficeria con una borsina infiocchettata: senz'altro il regalo per la sua Lei !!!
Era serio, pensieroso e guardava quella borsa di carta con aria interrogativa.
Chissà cosa gli stava passando per la mente... "Le piacerà? Non le piacerà??? Sarà un regalo troppo modesto? Troppo grande? Troppo impegnativo??? Dovevo prendere quell'altro? Accidenti, ho speso troppo..."
Mi ha fatto tenerezza, era alle prime armi... Ma la vita è lunga...e l'amore...l'amore è indifferente a regali e monili... l'amore è... un grandissimo mistero, un regalo, un dono stupendo che ti dà a volte la vita... e bisogna goderne.

17 commenti:

  1. In via di principio sono d'accordo con te... ma siccome non l'ho mai vissuto m piacerebbe almeno una volta ricevere uno di quei gesti stereotipati e omologati. Poi è ovvio, non mi riferisco tanto ai regali ma a ricevere attenzione e cura, magari un po' più del solito...
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Beh sai i cuoricini infiocchettati servono a esorcizzare la realtà...ma chi ci regala nulla?1
    almeno a me di sicuro nessuno...quindi ci autoconsoliamo con qualche bella immagine stereotipata!
    ma il tuo post mi è piaciuto ...davvero!
    mari

    RispondiElimina
  3. IO penso che l'amore deve esistere tutto l'anno e non solo in determinati periodi.Quello che conta e quello che viene dal cuore.Salutoni e buona domenica.

    RispondiElimina
  4. Dona Flor - Se non hai mai avuto un classico San Valentino, allora te ne meriti uno con tutti i crismi, cuori fiocchi e fiori! E poi magari più attenzioni durante tutto l'anno....

    MariCrea - Ciao! Le immagini che circolano sui blog sobo molto belle...forse sono io in questo periodo ceh non ho lo stato d'animo giusto per apprezzarle! Un abbraccio

    Cavaliere - Sante parole ! Sono molto molto d'accordo con te. Buon tutto.
    Cavaliere

    RispondiElimina
  5. Hai ragione.
    Nemmeno a me piacciono le feste commerciali. Anni fa provocai un terremoto in famiglia perché dissi basta ai regali di Natale. I regali voglio farli quando ho voglia io. Se vedo qualcosa che mi piace. Se intuisco che la persona ha bisogno di attenzioni. Non perché tutti lo fanno e si devono fare.
    Che cretini, gli italiani... ma non solo, credo.
    A San Valentino starò in casa con il mio compagno. In via del tutto eccezionale, faremo una cenettina con un po' di salmone. Tutto lì. Niente regali...

    RispondiElimina
  6. in effetti S.Valentino è una festa inventata per vendere qualcosa, come tutte le altre, ma ci caschiamo un po' tutti, anche solo parlandone.
    L'amore è ben altro, è una cosa che pare non esistere più e poi perchè si parla sempre dell'amore degli innamorati, amore è l'essenza stessa della nostra vita, in tutte le sue sfacettature permea le nostre cose quotidiane,anche se neppure ce ne accorgiamo.
    Tutto è dettato dall'amore , senza di lui non ci sarebbe la vita.

    RispondiElimina
  7. Ciao Ibadeth, grazie della visita. San Valentino è festeggiato da moltissime part, anche negli USA. Peccato però che tutte le feste, magari nate con le migliori intenzioni, poi siano trasformate in business!

    RispondiElimina
  8. Capire le donne è come capire la forza che tiene unito l'universo, detto questo, è logico che le feste sono a ricorrenza commerciale, il nostro sistema è concepito per produrre e consumare con la prospettiva del profitto, quindi l'amore è parte in causa dello sfruttamento. La nostra indipendenza mentale e capacità di scelta, costituisce l'arma per opporsi al preconfezionato.
    Buonanotte...:-)

    RispondiElimina
  9. sono d'accordo con te! specialmente quando parli di feste e comportamenti imposti dal sistema! ti metto fra i preferiti:) alla prossima

    RispondiElimina
  10. Mark - Hai ragione: resistere al preconfezionato!

    Paciuffo - Grazie grazie della visita.
    P.S. Oggi credo che farò dei biscotti !! :o)

    RispondiElimina
  11. Trovo alcune celebrazioni del tutto superflue. Celebrare l'amore o i defunti, ad esempio. Ricordarsi dei propri cari? Lo si deve fare sempre. Ed invece spesso è un'occasione per arricchire qualcuno. Idem come sopra per l'amore. Se si ama, ok. Poco importa celebrare un sentimento che non ha bisogno di cene, regali e roba varia. Risulto invidioso, lo so. Ma sono per la normalità delle cose. Non mi piace dover ricordare che amo o ricordo.

    RispondiElimina
  12. Buon San Valentino da Tenerife!!!

    RispondiElimina
  13. Ciao Enzo...vuoi dire che anche in me alberga un pò di invidia? Non so. Detesto dover fare le cose per costrizione. Comunque, per quel che può valere..Buon San Valentino e un bacio sul naso!

    Benvenuta Claudia. Tenerife ?!? Beata te.

    RispondiElimina
  14. Festa per ricordare a qualcuno che esiste l'altro?
    Ridicolo!

    :)

    ((( CINEMAeVIAGGI )))

    RispondiElimina
  15. Benvenuto Amos. Come hai ragione!!!

    RispondiElimina
  16. il tuo pensiero è il mio pensiero!!!

    RispondiElimina