Translate

Lunedì 9 Dicembre 2013






Ciao. Dietro alla porticina numero 9 del Calendario dell'Avvento c'è.....
          
        Pedro


Lui, il,nostro micino!!
All'anagrafe Cesar Pedro, per noi Pedro.
Inutile dire che per me è il secondogenito che non ho mai avuto e per mia figlia un fratellino.
Ora sta provando a prendere l'acqua dalla ciotola con una zampa e poi la lecca: come se bevesse con un cucchiaio incorporato.
Che dire... E' affettuoso, ma anche permaloso.
Giocherellone ma anche pigro. E' tante cose.
Un animaletto è un essere indifeso, e chi ce l'ha deve prendersene cura.
Il nostro affetto per lui è grande, e glielo diciamo pure, come se capisse!!!
Pensavo di essere arida, di non riuscire più a provare alcun sentimento, a parte quello materno, invece mi scopro capace di voler bene a un fagotto tutto pelo, occhioni arancioni e baffi.
La vita riserva sorprese.
Buona giornata e...  Buona   vita   !!!


12 commenti:

  1. Ciao!
    Ma è bellissimo!! Si vede che è dolce, ma ha anche gli occhi vispi ;-) Gli animali sono capaci di un affetto incondizionato, sono esseri meravigliosi!
    Buona giornata a te

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' dolce, ma come ogni gatto, gran furbacchione!!
      Buona serata.

      Elimina
  2. Pedro ha dato una bella scossa al tuo cuoricino che temevi assuefatto alle emozioni della vita. In me lo stra amore per i gatti risale a quando avevo 4 o 5 anni. Confesso che sempre più spesso mi ritrovo ad amarli più degli umanoidi. Ci facciamo compagnia alla grande.
    L'ultima arrivata è dolce e, come ben hai notato con il tuo Pedro (e come tutti gli animali), possiede un caratterino semplice e complesso allo stesso tempo. Un carattere ben delineato che mi consentirebbe di riconoscerla (si chiama Scricci->che viene da scricciola) tra 1000 altri gatti. Chi non ama i gatti ,,,, peste lo colga!
    Un amore il tuo Pedro. Si dice che i gatti siano l'espressione dei loro padroni e della famiglia in cui vivono. Bel gatto ->bella padrona - bella famiglia,
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da piccola avevamo un gatto, ma mia madre non lo faceva venire in casa, nè potevo toccarlo.
      Era una casa di campagna e lui stava in cortile, nella stalla o gironzolava nei dintorni.
      Adesso, mi era presa questa fissa di un animaletto...
      Il cane era troppo impegnativo...
      Pensavo un gatto...
      Ero combattuta...indecisa...
      Poi quando l'ho visto e me l'hanno fatto coccolare...
      Mi sono veramente presa una "cotta".
      La mia famiglia è veramente piccolissima, ma lui l'ha completata.
      W Pedro e W Scricci !!

      Elimina
  3. I gatti sono un toccasana per la casa, ricompattano la famiglia: tutti sono tesi a compiacerlo per ricavarne le maggiori attenzioni...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, rendono più uniti.
      Buona serata.,

      Elimina
  4. Io ho avuto gatti da piccola e un cane da "grande", ma continuo ad essere del parere che il cane è un'altra cosa, una gatta l'ho molto amata da ragazza, era diversa , ma dopo questa "piccola avventura" di questi giorni sono tornata del parere che i gatti sono opportunisti, individualisti e non amano il padrone, ma amano le comodità, il cibo , le premure e non mi piace molto.
    Purtroppo un cane è molto impegnativo, ma quello che ti dà in contraccambio è ...immenso.
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti il luogo comune è che il gatto si affeziona alla casa e il cane al padrone, ma non ci credo.
      Hanno caratteri diversi, ma quando stiamo via mezza giornata e torniamo, mentre ci salta in braccio fa già le fusa, che sono segno di affetto e benessere. Era al caldo in casa, aveva cibo e acqua, non gli mancava nulla.
      Oppure al mattino, quando sente che mi sveglio, appena apro la porta della camera, lui è lì davanti, e sono coccole e leccatine di mani e naso.
      Idem con mia figlia.
      Certo il gatto ha il suo carattere: non lo pieghi, cioè non è pronto a comando, ma quando dona il suo affetto è una grande gioia.
      Certo bisogna essere disposti a dare a lui, per primi, l'affetto. Se sente che può aver fiducia, allora ricambia.
      Chissà, magari un giorno una nuova esperienza "gattofila" ti farà ricredere.
      Ciao, a sabato.

      Elimina

  5. Olá amiga, obrigada pela visitinha!!!Amo sua atenção!!!
    Também tenho um lindo aqui em casa, às vezes penso que ele é uma pessoa disfarçada de gato, tão inteligente!!!
    Uma doce semana.
    Beijos, Marie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marie, e grazie della visita.
      Chissà come si sta bene lì in Brasile...Qui si gela!!!

      Elimina
  6. come si fa a dire che i gatti non hanno affezione per i padroni? la mia gatta ,mela,capiva perfettamente i nostri stati d'animo ed era sempre attenta a darci attenzioni ed affetto. Andava ad accoccolarsi dal più triste o dal più depresso fino a che ti scappava un sorriso. Quella che ci tiene compagnia adesso è ancora molto giovane ed è un meraviglioso tornado.
    Anch'io pensavo che quello che ti può dare un cane è di più,ma non è cosi.Anzi il cane è ancora più dipendente mentre un gatto non lo puoi piegare ai tuoi bisogni. Adoro entrambi però,ch
    .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, conosco il tuo amore per gli animali e le esperienze che hai avuto con i gatti.
      Il tuo pensiero è frutto di esperienza fatta.
      Ciao carissima e...non mangiare troppo panettone.....Tutta invidia la mia:quest'anno non lo assaggerò!!

      Elimina